Le sequenze informative

IL RIASSUNTO Il testo informativo Le sequenze informative Per riassumere un testo informativo prima di tutto individua le sequenze informative, cioè le parti di testo che spiegano un aspetto particolare dell argomento principale. 1 Leggi il testo. Il periscopio Giocando con uno specchio può capitare di vedere riflessa l immagine di un oggetto o di una persona che è fuori dal nostro campo visuale (cioè che non riusciamo a vedere guardando in giro). Questo fenomeno si verifica perché il nostro specchio, inclinato in una certa direzione, riflette le immagini delle cose che si trovano davanti ad esso anche se sono fuori dalla nostra visuale. Ad esempio, appoggiando uno specchio sul davanzale della finestra e orientandolo opportunamente, possiamo vedere cosa succede sulla strada o in cortile, senza doverci affacciare alla finestra. Nel periscopio questo fenomeno viene sfruttato per permettere a un osservatore o a uno studioso di esplorare l interno di una cavità: viene inserita all interno la parte anteriore del periscopio facendola sporgere come una testa affacciata. I raggi di luce provenienti dall interno della cavità (che quindi deve essere illuminata) si riflettono nello specchio alloggiato nella parte anteriore del periscopio e da lì proseguono fino all altro specchio, dove vengono riflessi verso gli occhi dell osservatore. Orientando opportunamente il periscopio, si può osservare tutto l interno della cavità. Gli specchi del periscopio devono essere orientati in modo che l immagine catturata dal primo specchio vada a finire esattamente sul secondo (devono cioè essere inclinati a 45°). Il periscopio viene usato solitamente dai sommergibili per esplorare la superficie oppure il fondo del mare rimanendo nascosti sott acqua. Negli anni 50 il Politecnico di Milano ha messo a punto un periscopio lungo 3-4 metri. Con esso si potevano esplorare le cavità sotterranee e in particolare anche tombe, osservandone direttamente l interno senza dover ricorrere a rilevazioni fotografiche, come veniva fatto normalmente. AA.VV., La scienza in altalena, Editoriale Scienza 88

Leggimi ancora - Scrittura 5
Leggimi ancora - Scrittura 5
Sfoglialibro