Educazione civica

EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA DIGITALE I nativi digitali Tu e i tuoi coetanei siete definiti nativi digitali. Hai mai sentito questa espressione? Si usa per indicare coloro che, fin dalla nascita o dai primi momenti della propria crescita, hanno utilizzato gli strumenti tecnologici in modo naturale . In poche parole, tu hai imparato a utilizzare un telefono cellulare o un tablet con la stessa facilità con cui i tuoi genitori e i tuoi nonni hanno imparato a usare una penna o una macchinetta del caffè. Attenzione, però: essere nativi digitali non significa automaticamente essere cittadini digitali competenti. Infatti non basta saper utilizzare gli strumenti tecnologici: bisogna saperli usare in maniera corretta. La differenza è fondamentale, per questo è indispensabile essere educati alla cittadinanza digitale. Per diventare cittadini digitali competenti è necessario: saper utilizzare gli strumenti tecnologici in modo autonomo e adeguato alle proprie necessità; saper rispettare le norme che regolano l utilizzo degli strumenti tecnologici; sapersi proteggere dai pericoli a cui ci espone l utilizzo di tali strumenti (ne parliamo meglio nelle pagine seguenti). SCOPRO IL DOCUMENTO Bill Gates, il fondatore di una delle più importanti aziende d informatica del mondo, una volta ha detto: «Il computer più nuovo al mondo non può che peggiorare, grazie alla sua velocità, il più annoso problema nelle relazioni tra esseri umani: quello della comunicazione. Chi deve comunicare, alla fine, si troverà sempre a confrontarsi con il solito problema: cosa dire e come dirlo. Che cosa vuole dire secondo voi Bill Gates? Un computer rende la comunicazione più veloce, ma non per questo più semplice; anzi, più un mezzo è veloce, più si rischia di scrivere qualcosa senza riflettere. Siete d accordo? Parlatene insieme. 65

Educazione civica
Educazione civica
Sfoglialibro