Noi e il cibo - Biblioteca Insegnante

La causa principale della fame nel mondo non sta quindi nella produzione alimentare insufficiente, ma, spesso, nell impossibilità per i più poveri di acquistare gli alimenti o di avere terra per coltivarli. A questa grave ingiustizia si aggiunge anche l assurdità dello spreco a cui si assiste nei Paesi ricchi: qui i consumatori sono incoraggiati a comprare più cibo di quello di cui hanno bisogno e gli avanzi finiscono nella spazzatura. Pensa: solo in Italia si buttano via circa 37 miliardi di euro di provviste, che basterebbero per nutrire altri 44 milioni di persone! Ecco alcune informazioni e notizie su cui riflettere, fornite da WFP, il Programma di Alimentazione Mondiale delle Nazioni Unite (in inglese World Food Programme) che ha sede a Roma e si occupa dei problemi relativi all alimentazione e alla fame lavorando in stretta collaborazione con la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l alimentazione e l agricoltura: lavora per ridurre la fame cronica e sviluppare i settori dell alimentazione e dell agricoltura nel mondo). t Oltre 900 milioni di persone, nel mondo, sono denutrite: l equivalente delle popolazioni dell America del Nord e dell Europa messe assieme. t Le popolazioni dell Africa a sud del Sahara hanno la percentuale più alta di persone che soffrono la fame. t La malnutrizione materna rappresenta un pericolo sia per la madre che per i figli. t Una nutrizione adeguata nei primi due anni di vita di un bambino è fondamentale per una crescita sana e uno sviluppo equilibrato. t Per sicurezza alimentare si intende il libero accesso di tutte le persone, in qualsiasi momento, al cibo. t Molte famiglie povere nei Paesi a minor reddito spendono per la spesa alimentare quasi tutto lo stipendio mensile. Per comprendere bene il senso dell ultima notizia che hai letto, tieni presente che nei paesi ricchi la spesa alimentare rappresenta il 20- 25% del reddito familiare, mentre il resto viene speso per vestiario, mezzi di trasporto, alloggio, divertimenti... Nei Paesi più poveri, invece, la spesa alimentare costituisce fino all 80% del reddito familiare. Da noi la povertà raramente significa fame anche se non bisogna dimenticare che ci sono circa 20 milioni di affamati nei Paesi sviluppati. Tuttavia è nei Paesi poveri che la povertà si traduce quasi sempre in mancanza di cibo. 77

Noi e il cibo - Biblioteca Insegnante
Noi e il cibo - Biblioteca Insegnante
Sfoglialibro