Il testo descrittivo   Descrizione di oggetti

Descrivere oggetti

Il coniglio di peluche

Un morbido coniglietto di peluche può avere tutti i profumi dei ricordi di quando si era piccoli.

Adoro abbracciare il mio coniglietto di peluche.

Profuma di mela, di liquirizia, di sapone, di rosa, di profumo della mamma, di minestra vecchia, di riso, di pane tostato, di cera, di cane bagnato.

E poi soprattutto, mi ricorda l'odore del mio letto che di notte è tutto caldo. È soffice come una coccola e, quando lo guardo, i suoi occhi neri come l'inchiostro della mia penna preferita mi sorridono.

Quando ero piccolo gli mangiucchiavo le orecchie, che sapevano di zucchero filato, e lo sollevavo per la coda soffice come un batuffolo di cotone. E se gli schiaccio la pancia si mette a ridere!

B. Minne, Adoro..., Ape Junior

Esplora il testo

 Cerca i dati olfattivi e gustativi presenti nel testo e sottolineali.

 Si tratta di dati:

  oggettivi.

  soggettivi.


 A cosa sono legati i dati olfattivi e gustativi presenti nel testo?

  A ricordi e sensazioni piacevoli.

  A materiali specifici e a sostanze chimiche.


 Sottolinea nel testo i paragoni utilizzati dall’autore e completa la tabella come nell’esempio:

Caratteristica Elementi di paragone
Coniglio

soffice  

 

Occhi

 

inchiostro  

Coda

 

 

 Nella conclusione del testo il coniglietto viene umanizzato. Attraverso quale espressione? Riportala qui.

 

 Quali stati d’animo legati al peluche sono descritti?

  Indifferenza.

  Gioia.

  Affetto.

  Noia.

  Tristezza.


 La descrizione dell’oggetto è:

  oggettiva.

  soggettiva.

Leggermente - Lingua e linguaggi 4
Leggermente - Lingua e linguaggi 4
Libro accessibile