Il testo narrativo   Il diario

Il diario di viaggio

Attraversando l'Antartide

Il grande alpinista italiano Reinhold Messner compie un'impresa eccezionale: la traversata del continente antartico, insieme all'esploratore tedesco Arved Fuchs, senza l'aiuto di mezzi meccanici o di animali, usando solo gli sci e la spinta del vento.

26 dicembre 1989

Temperatura - 10° la mattina, - 25° la sera

Mattinata calda. Partiamo tardi. Neve vischiosa.

Dopo 3 ore e un quarto si è levato vento da nord. Prima scarso, poi crescente. Andiamo a vela(1), senza fermarci e procediamo rapidamente. Purtroppo Arved resta molto staccato. Dopo 2 ore e un quarto lo aspetto a lungo e mi raffreddo terribilmente. Dobbiamo approfittare di questo primo vento favorevole. Per questo avanzo a vela per altre 3 ore e - dopo aver montato la tenda da solo - aspetto per un'altra ora il sopraggiungere di Arved.


29 dicembre 1989

Temperatura - 20°

Tempesta. Resistiamo in tenda fino al pomeriggio. Con la nebbia che c'è oggi, non riusciremo comunque a trovare il Polo. Alle 15, nonostante tutto, ci avviamo. Camminiamo per 4 ore attraverso banchi di nebbia e neve vischiosa. Siamo d'umore eccitato e inquieto.

Montata la tenda, il vento diminuisce e si schiarisce l'orizzonte. Prendo il binocolo e guardo verso sud.

- Il Polo! - Balliamo intorno alla tenda e gridiamo:

- Il Polo!

Arved è scatenato. Gli sono grato, perché ho imparato da lui molte cose.

R. Messner, Antartide: inferno e paradiso, Garzanti

Esplora il testo

 Indica se le affermazioni sono vere (V) o false (F).

- I fatti sono narrati usando la prima persona plurale.   V F

- Il linguaggio è essenziale.   V F

- Il testo è ricco di aggettivi e descrizioni.   V F

- L'autore, il narratore e il protagonista sono la stessa persona.   V F

- Gli avvenimenti sono presentati in ordine cronologico.   V F

- Sono raccontati fatti inventati e fantastici.   V F

Leggermente - Lingua e linguaggi 4
Leggermente - Lingua e linguaggi 4
Libro accessibile