Il testo poetico

La forma

Il verso è l'elemento caratteristico del testo poetico, ovvero ciò che lo distingue da qualsiasi altro tipo di testo. Il verso è l'insieme di parole contenute in una riga di una poesia. Il verso si misura in base al numero delle sillabe. I versi più frequenti sono l’endecasillabo (11 sillabe) e il settenario (7 sillabe); importanti sono anche il decasillabo, il novenario, il quinario e il quaternario…

Per lei

Per lei voglio rime chiare

Usuali in –are.

Rime magari vietate,

ma aperte: ventilate.

Rime coi suoni fini

(di mare) dei suoi orecchini.

O che abbiano, coralline,

le tinte delle sue collanine.

Rime che a distanza

(Annina era così schietta)

conservino l’eleganza

povera, ma altrettanto netta.

Rime che non siano labili,

anche se orecchiabili.

Rime non crepuscolari,

ma verdi, elementari.

G. Caproni. Poesie, Newton Compton

La strofa è costituita da un gruppo di versi separato dagli altri da uno spazio bianco.

I nomi delle strofe dipendono dal numero di versi che le compongono.

Una strofa si chiama:

 distico se è composta da due versi.

 terzina se ha   versi.

 quartina se ha   versi.

 sestina se ha   versi.

 ottava se ha   versi.

Leggermente - Laboratorio di scrittura 4-5
Leggermente - Laboratorio di scrittura 4-5
Libro accessibile